Da 'Chi l'ha visto' voyeurismo giornalistico

Ho presentato un'interrogazione in Senato per chiedere chiarimenti al ministro su una condotta inammissibile. Il metodo utilizzato dalla trasmissione "Chi l'ha visto?" nel servizio sul "caso Noemi", se da un lato non rispetta la dignità e la privacy dei soggetti coinvolti da questi terribili episodi, dall'altro interpreta con modalità inopportune e incoerenti la necessità di trasferire notizie ai telespettatori.

E' una testimonianza allarmante della deriva che talvolta può assumere un certo modo di concepire il servizio televisivo, in particolar modo di una rete pubblica.

Un approccio che tende a porsi in piena sintonia con la diffusa e censurabile tendenza alla rincorsa senza scrupoli degli ascolti, nella cui prospettiva la spettacolarizzazione delle sventure più intime e raccapriccianti viene usata come una delle leve più efficaci e a portata di mano.
Modalità, queste, che sviliscono e mercificano ciò che nella vita vi è di più alto, drammatico e riservato, come per esempio il dolore e la sofferenza delle persone.

E' bene ricordare che il Garante per la protezione dei dati personali si è già pronunciato più volte, in senso critico, a proposito del principio di essenzialità dell'informazione e a proposito della diffusione di dati, soprattutto in presenza di minori coinvolti.

La giornalista non era certo la figura deputata e competente per dare comunicazione di tale terribile notizia e degli esiti delle indagini agli interessati, soprattutto se quella notizia riguardava un soggetto di minore età, e credo che la scelta di mandare in onda questo servizio necessitasse di ben altra valutazione rispetto a quella operata.

  • Pubblicato in Notizie
Sottoscrivi questo feed RSS

Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza nell'uso di questo sito. I cookie su questo sito vengono usati per le operazioni essenziali e per il corretto funzionamento del sito stesso. Per avere maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy.

Continuando la navigazione accetterai l'uso di questi cookie.

EU Cookie Directive Module Information