Orfani di femminicidio, si approvi testo in Senato

In Italia ci sono circa 1.600 orfani di femminicidio, vittime silenziose e spesso testimoni di episodi di violenza che determinano inevitabili conseguenze, anche psicologiche: si colpevolizzano, si isolano a scuola oppure diventano aggressivi o, peggio, vengono completamente abbandonati a se stessi.

A loro dobbiamo dare, con la massima urgenza, una risposta.

Non pretendiamo di cancellare le sofferenze per la perdita di una madre ma dobbiamo assolutamente offrire loro le tutele necessarie come per esempio la garanzia di un risarcimento congruo, il diritto allo studio o il diritto all'assistenza medico-psicologica.

C'è un testo, già approvato dalla Camera, che attende l'ok in Senato per essere definitivamente licenziato. 
Io credo che si debba affrontare subito, ad ogni costo prima della conclusione della legislatura.

Il mio impegno va in questa direzione. Non possiamo lasciarli soli.

Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza nell'uso di questo sito. I cookie su questo sito vengono usati per le operazioni essenziali e per il corretto funzionamento del sito stesso. Per avere maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy.

Continuando la navigazione accetterai l'uso di questi cookie.

EU Cookie Directive Module Information