Centrosinistra punti a unità

Il centrosinistra deve puntare all'unità e deve caricarsi della responsabilità di mettere a punto una proposta di governo credibile, autorevole, coraggiosa. Ne và della tenuta democratica del nostro Paese.

L'investitura di Luigi Di Maio, con relative singolari modalità, ci obbliga a riflettere sul rischio che corrono le nostre Istituzioni e la nostra democrazia.

Mi chiedo e vi chiedo: esiste, per caso, una qualche logica lineare per cui chi si ergeva a paladino della partecipazione, dell'orizzontalità, dell'1 vale 1, dei processi democratici dal basso, oggi opera la scelta di un leader a tavolino, tagliando le gambe a qualsiasi possibilità di rendere scalabile e contendibile una posizione?

Le primarie, sebbene siano uno strumento certamente perfettibile, sono un modello straordinario per la scelta di un leader e, quando vere, incarnano alla perfezione l'idea della democrazia, quella della partecipazione, della libertà.

Mi rendo conto che siano difficili da sostenere, ma anche da organizzare, o addirittura da ipotizzare, per un movimento che oggi finalmente si svela definitivamente per quello che è: un rischio autentico per le Istituzioni democratiche.

Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza nell'uso di questo sito. I cookie su questo sito vengono usati per le operazioni essenziali e per il corretto funzionamento del sito stesso. Per avere maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy.

Continuando la navigazione accetterai l'uso di questi cookie.

EU Cookie Directive Module Information