Articoli filtrati per data: Venerdì, 13 Ottobre 2017 - Dario Stefàno - Senatore della Repubblica

Approvare lo IusSoli

Una tazza di tè, con una fetta di limone, è terapeutica: ci isola dalla frenetica routine, dalle polemiche strumentali, dalle urla e ci obbliga a pensare, a riflettere.

Questo è lo spirito con cui ho scelto di aderire alla staffetta di digiuno promossa da più di 900 insegnanti, bevendo il mio secondo tè, dopo quello di stamattina, appena sveglio. Oggi saranno in tutto tre e nient’altro. Per l'approvazione dello #IusSoli.

Siamo nella fase conclusiva di questa legislatura ma non voglio rassegnarmi all’idea che le possibilità di licenziare il testo in Parlamento si affievoliscano, sempre più fino a sparire del tutto.
Io credo che di fronte ad una volontà collettiva così evidente, vadano trovati anche lo spazio ed il tempo per approvare una legge che riconosce un #diritto sacrosanto a chi si sente italiano ma non può diventarlo.

Penso agli 800 mila minori, non terroristi, non usurpatori, ma compagni di scuola dei miei e dei nostri figli, che hanno un coloro della pelle o il taglio degli occhi un po' diversi ma sono nati in Italia, in Puglia, a Lecce e parlano il nostro stesso dialetto, vivono le nostra stesse tradizioni, abitano i nostri tessi luoghi.
Penso a chi attende code interminabili per un rinnovo del permesso di soggiorno ma non potrà mai candidarsi ad un concorso pubblico nel paese in cui vive da anni.

Credo sia profondamente ingiusto sentirsi ospite nellla Città in cui hai deciso di vivere, nel tuo Paese.

Io ci sono, sono al fianco di chi stamattina in Piazza Santa Maria Novella a Firenze e nel pomeriggio in Piazza Montecitorio a Roma manifesta per l’approvazione immediata dello #IusSoli e dello #IusCulturae.
Sono pronto a fare mia questa battaglia di cività in Parlamento.

Non dobbiamo farci scappare l’occasione di dimostrare che la politica è in grado di analizzare la realtà, capire i bisogni e le mutazioni nella società, di cambiare la vita delle persone.

Riflettere e, poi, agire. Serve un gesto di buon governo, per riconoscere un diritto a chi vive e offre lealmente il proprio contributo a questo Paese, arricchendolo con la propria cultura.
  • Pubblicato in Agenda
Sottoscrivi questo feed RSS

Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza nell'uso di questo sito. I cookie su questo sito vengono usati per le operazioni essenziali e per il corretto funzionamento del sito stesso. Per avere maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy.

Continuando la navigazione accetterai l'uso di questi cookie.

EU Cookie Directive Module Information